Via Alta Vallemaggia

Foto: Marco Volken
05
07N

A volte tornare sui propri passi, almeno per un po', può divertire. Lo facciamo risalendo alla Bocchetta della Campala. Da lì, una discesa sostenuta con brevi passaggi esposti ci porta a esplorare la Valle di Prato, dove sorgeva la Capanna Soveltra, distrutta da un incendio nel 2017.

Ci troviamo ai piedi del Pizzo Campo Tencia, baricentro alpinistico e geografico dell'Alto Ticino. Ma la strada è ancora tanta, e sfruttando lo slancio ci inerpichiamo tra i larici. Pausa d'obbligo al Piatto, toponimo azzeccatissimo e unico altopiano di tutta la Via Alta, uno splendido mosaico di vallette, laghetti, torrenti e dossi erbosi. Poco sopra si apre il Passo Fornale, ultimo ostacolo della giornata: sul versante opposto, sebbene marcato in bianco e rosso, il sentiero cala vertiginosamente. Al Lago di Mognola ancora uno spuntino e infine la planata su Fusio. Dopo giorni di avventure emozionanti ci attende infine la convivialità di un villaggio alpino tutto da scoprire.

Dati tecnici

  • Lunghezza tappa

    14,1 km

  • Dislivello salita

    1210 m

  • Dislivello discesa

    2090 m

  • Quota massima

    2327 m

  • Durata

    07:30 h

  • Difficoltà

    T4

Sostieni la montagna

Sostieni l'Associazione Via Alta Vallemaggia